1
0 %
Italiano
Inglese
Tedesco
Accedi
1
Seleziona un'area di ricerca oppure inserisci una parola chiave
Filtra i contenuti per tipologia o categoria
Centro dell area di ricerca Effettua la tua prima ricerca per visualizzare questo dato
Raggio dell'area di ricerca Effettua la tua prima ricerca per visualizzare questo dato
Numero di contenuti e di categorie
Annulla
Reset
Around You
Seleziona
Deseleleziona
159 results in 17 categories
    Toggle Info

    Kipling Lara

    Praga, Repubblica Ceca

    30

    Apr

    2016

    SHARE
    Piazza Statuto
    Corso S. Martino, 10122 Torino, Italia - 0.67 Km
    Nessuna immagine da visualizzare

    Piazza Statuto è famosa per la proclamazione, avvenuta da un palazzo della piazza, dello Statuto Albertino (che le ha dato il nome) da parte del re Carlo Alberto nel 1848. Fu la prima costituzione di quello che sarebbe diventato il regno d'Italia, rimasta in vigore fino al 1946. Ma piazza Statuto è anche famosa per la propria collocazione che la relega nei luoghi "neri" di Torino. Sorge infatti sulla "vallis occisorum" una necropoli romana nella quale venivano sepolti i morti. Secondo le credenze popolari la piazza si troverebbe esattamente sul 45° parallelo, ma non è così, in realtà la piazza non si trova neanche sull'8° meridiano (il più vicino alla città). Il 45° parallelo attraversa il territorio torinese nei pressi di Stupinigi (proprio di fronte alla palazzina di caccia dei Savoia). Gli studi per la determinazione del meridiano sul quale si troverebbe Torino furono portati avanti da Giovan Battista Beccaria, chiamato personalmente dal re Carlo Emanuele III e venuto da Palermo per Insegnare Fisica all'Università degli Studi di Torino. Egli fece molti esperimenti con l'elettricità, guadagnandosi l'amicizia di Benjamin Franklin, e si occupò della determinazione del meridiano (e non del parallelo) sul quale si trovava Torino. Aveva ipotizzato che passasse proprio per piazza Statuto, ma purtroppo non è così. L'obelisco in piazza Statuto (chiamato Guglia Beccaria) sta a ricordare gli studi operati dal fisico palermitano. La piazza presenta però un'altra particolarità. La Fontana del Frejus, costruita proprio per ricordare la conclusione dei lavori dell'omonimo traforo nel 1871, risulta avere un significato allegorico addirittura satanico. Progettata dal conte Marcello Panissera (allora presidente dell'Accademia Albertina) presenta, in cima un angelo che, secondo le credenze, è proprio Lucifero. L'angelo, infatti, risulta il più bello dell'intera opera e guarda verso Piazza Castello (il centro di magia positiva) quasi a volerla tenere sotto controllo. L'angelo presenta una stella sulla fronte ed è considerato la rappresentazione di Lucifero poichè nella tradizione biblica Lucifero è proprio l'angelo più bello. Per questo motivo si ritiene che il monumento rappresenti la porta d'ingresso dell'Inferno (altro che selva oscura!!!) e, in antichità, proprio lì si trovava la forca (poi spostata dai francesi). Ma non finisce qui. Piazza Statuto si trova rivolta verso Occidente che, nella simbologia esoterica, rappresenta il Male poichè è dove il sole tramonta, lasciando spazio alle tenebre. Proprio per questo assume rilevanza la credenza dell'angelo-Lucifero che guarda a Oriente. Se così fosse, infatti, non avrebbe bisogno di guardare a Occidente poichè, essendo il suo regno, avrebbe le "spalle coperte". Dovrebbe invece guardarsi dall'Oriente perchè è il regno del Bene.

    Dai voce alla tua opinione! Vota questo contenuto.
    Sposta il mouse sulle stelle e clicca per votare
    1
    1 1
    1 1 1