Image

Image

Ischia e i giardini La mortella

Via Francesco Calise Operaio Foriano, 39, 80075 Forio NA, Italia

by Lara Kipling
114

Overview

Sull’isola di Ischia, a Zaro, c’è un giardino che racconta storie provenienti da tutto il mondo. L’ argentina Susana Valeria Rosa Maria Gil Passo e il suo compagno, il compositore William Walton, scelsero l’isola come dimora e decisero di creare lì il loro giardino segreto. William Walton (Oldham, Inghilterra, 1902 - Forio d'Ischia 1983) è stato uno dei principali musicisti inglesi del ventesimo secolo. L'artista si stabilì sull'isola d'Ischia nel 1949 nei dintorni del caratteristico villaggio di Forio, dove finì nel 1983. "La Mortella" è lo splendido giardino, oggi aperto al pubblico, creato da Susana Walton, moglie argentina di William. Nel 1956 il famoso architetto paesaggista Russell Page disegnò l’impianto del giardino integrandolo fra le pittoresche formazioni rocciose di origine vulcanica. La Mortella è divisa in due parti: un giardino più basso, denominato "Valle", e un giardino più alto posto in collina. L'intera superficie si estende per circa 2 ettari ed ospita al suo interno una raccolta che vanta più di 3000 specie di rare piante esotiche. Innumerevoli le collezioni di ninfee giganti, orchidee, palme, cycas, felci ad albero inserite in serre tropicali ed a voliera. Il tutto è disegnato con sapiente abilità ed è arricchito da fontane, piscine e corsi d’acqua che permettono la coltivazione di una superba collezione di piante acquatiche tra cui il papiro, il fior di loto e le ninfee tropicali. Le varie zone del giardino sono connesse da una serie di viali e sentieri che di terrazza in terrazza conducono il visitatore in alto, fino alle splendide vedute che affacciano sulla baia di Forio. Un angolo del giardino ricco di splendidi fior di loto ospita la Sala Thai, un luogo di meditazione thailandese che rappresenta una piacevole sosta per i visitatori. Nel museo è conservata una prestigiosa collezione di immagini realizzate dal grande Cecil Beaton, l'artista fotografo che ha attraversato tutte le avanguardie del secolo scorso.