1
0 %
Italiano
Inglese
Tedesco
Accedi
1
Seleziona un'area di ricerca oppure inserisci una parola chiave
Filtra i contenuti per tipologia o categoria
Centro dell area di ricerca Effettua la tua prima ricerca per visualizzare questo dato
Raggio dell'area di ricerca Effettua la tua prima ricerca per visualizzare questo dato
Numero di contenuti e di categorie
Annulla
Reset
Around You
Seleziona
Deseleleziona
159 results in 17 categories
    Toggle Info

    Kipling Lara

    Praga, Repubblica Ceca

    06

    May

    2016

    SHARE
    Cattedrale di Salerno e la sua bellissima cripta
    Piazza Alfano I, 84121 Salerno SA, Italia - 0.67 Km
    Nessuna immagine da visualizzare

    Costruito in stile romanico e realizzato sotto il Normanno Roberto il Guiscardo nell’XI sec., il Duomo di Salerno è stato consacrato da Papa Gregorio VII e presenta una forma di tipo basilicale con tre navate longitudinali, il transetto con tra absidi e il quadriportico. La pianta e la forma della cattedrale è stata fortemente voluta da Alfano I e modellata sull’abbazia di Montecassino che l’arcivescovo frequentava assiduamente. L’edificio venne costruito in brevissimo tempo. I lavori iniziarono nel 1080 su volere dei nuovi principi normanni e si conclusero appena 4 anni dopo. Un così grande esempio di architettura religiosa e monumentale fu realizzata sui resti di un’antico edificio. Basti pensare che per creare la cripta, che oggi ospita le spoglie di San Matteo, furono necessari soltanto 6 mesi. Pregievole quanto antica è la porta del Duomo di Salerno, fusa nel 1090 a Costantinopoli, contenente 54 formelle con croci bizantine e caratterizzata da un colore verdastro, tipico del bronzo antico. All’esterno, oltre all’elevata facciata barocca e l’imponente scalinata, colpisce la forte e ricorrente presenza di statue di animali come: i due leoni, la scimmia, la colomba ecc. allusioni simboliche alla forza e alla carità della Chiesa. In occasione del 21 settembre, festa in onore del Santo Patrono di Salerno, San Matteo, le otto campane del campanile suonano a festa. L‘atrio del Duomo di Salerno, a pianta quadrata, accoglie il visitatore e lo accompagna alla scoperta dei tesori salernitani custoditi all’interno della struttura. Nel centro dell’atrio, circondato da un colonnato e sormontato da archi decorati di intarsi di pietra vulcanica, si trova una vecchia fonte battesimale ma in origine doveva esserci una fontana monolitica di granito egiziano, sottratta da Federico IV di Borbone e portata a Napoli nel 1820. Inoltre nel portico del Duomo di Salerno ci sono alcuni sepolcri come quello di Alfano I e Margherita di Durazzo, mentre altre tombe non sono state identificate. Sul lato meridionale del quadriportico, spicca il campanile del Duomo di Salerno, arabo-normanno che si eleva per 52 metri di altezza. All’interno del Duomo di Salerno, sembra predominare uno stile seicentesco ma, guardando attentamente, si scorgono tracce di trascorsi medioevali con la presenza anche di affreschi giotteschi in una delle navate laterali. La luminosità dell’abside maggiore cattura l’attenzione dello spettatore, che si trova coinvolto ad osservare la bellezza della raffigurazione della Vergine immacolata, immersa in un’aureola di luce e circondata da personaggi di spicco e di fondamentale importanza per la città come: Alfano I, Papa Gregorio VII, Roberto il Guiscardo, la Principessa Sichelgaita e tutta una serie di Papi che hanno trovato ospitalità a Salerno. All’interno della Cattedrale di Salerno, famosa è la cripta che custodisce le spoglie di San Matteo, patrono della città. Restaurata in stile barocco nella metà del seicento, la cripta contiene affreschi che raffigurano scene del Vangelo di San Matteo ed episodi della storia di Salerno. Al centro di questa si trova la tomba dell’evangelista che rappresenta il Sancta Sanctorum.

    Dai voce alla tua opinione! Vota questo contenuto.
    Sposta il mouse sulle stelle e clicca per votare
    1
    1 1
    1 1