1
0 %
Italiano
Inglese
Tedesco
Accedi
1
Seleziona un'area di ricerca oppure inserisci una parola chiave
Filtra i contenuti per tipologia o categoria
Centro dell area di ricerca Effettua la tua prima ricerca per visualizzare questo dato
Raggio dell'area di ricerca Effettua la tua prima ricerca per visualizzare questo dato
Numero di contenuti e di categorie
Annulla
Reset
Around You
Seleziona
Deseleleziona
159 results in 17 categories
    Toggle Info

    Kyle Selina

    Mumbai, Maharashtra, India

    02

    May

    2018

    SHARE
    Nell’entroterra della Sardegna c’è un luogo incantato che nessuno conosce...
    09040 Villaputzu CA, Italia - 0.67 Km
    Nessuna immagine da visualizzare

    Nel Sud dell’isola possiamo trovare un paesaggio quasi fiabesco. Si tratta di Sa Buddidorgia, non lontano dalle spiagge incantate di Villasimius e di Costa Rei. Sono le piccole cascate del Rio Sa Buddidorgia, nel comune di Villaputzu, che formano delle piscine naturali color smeraldo. Nascoste dalla natura selvaggia e rigogliosa, fatta di fitte foreste e rocce scolpite dalle piene del torrente, una zona dove vivono pochissime persone, sono un piccolo paradiso terrestre. Questi corsi d’acqua, originati dalle piogge, si formano solo in certi periodi dell’anno e non sempre sono visibili. La primavera sarsarebbe la stagione migliore per fare un’escursione e, perché no, magari un bel bagno refrigerante nelle cascate. Peccato che quest’area si trovi all’interno di un sito militare e che non ne sia consentito l’accesso. Neppure rivolgendosi a una guida locale. Il sentiero che porta a questo sito è quello del Fosso del frate (in sardo, “Fossu de su para”) che attraversa le valli del Sarrabus Gerrei e costeggia ogni ansa del torrente. Situata sul bordo orientale dell’altopiano di Quirra, la valle è un ambiente che stupisce per le forme e i colori inusuali. Si tratta di uno degli ambienti più belli e incontaminati che si possano immaginare. Seguendo il sentiero e attraversando più volte il fiume è possibile raggiungere alcuni punti suggestivi del torrente, come la cascata del ramo destro e le vasche del tratto inferiore, che sono meta di itinerari escursionistici. E infine è possibile raggiungere il “Fungo” ovvero il ”Fossu de su para”, uno dei punti più caratteristici della gola di Buddidorgia.

    Dai voce alla tua opinione! Vota questo contenuto.
    Sposta il mouse sulle stelle e clicca per votare
    1
    1 1
    1 1 1