Image

Image

Grado

Grado GO, Italia

by Lara Kipling
112

Overview

Nella zona del Carso ci sono tracce di insediamenti umani che risalgono al IV millennio a.C. ma la città di Grado nasce come scalo marittimo della città di Aquileia nel 181 a.C. Nel V secolo, per fuggire alle incursioni dei barbari, la popolazione di Aquileia si rifugia sull'Isola di Grado che, immersa nella laguna, costituisce il luogo ideale dove nascondersi da popoli che hanno poca dimestichezza con il mare. Nel 568, all'arrivo dei Longobardi, anche il patriarca aquileiese fugge a Grado, costituendovi un patriarcato autonomo che prosegue fino al 1451, quando il titolo passa a Venezia. Dopo un periodo di ricchezza e prestigio, Grado perde il suo ruolo primario a favore di Venezia e rimane nell'ombra fino al 1800 quando viene riscoperta grazie alle virtù terapeutiche delle sue acque e sabbie. Grado diventa, così, centro di riferimento culturale per il Bel Mondo europeo e inizia ad essere assiduamente frequentata da ricchi turisti borghesi, da artisti e dalla nobiltà. Grado viene collegata alla terra ferma da una strada panoramica nel 1936 ma "rinasce" davvero solo dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando inizia un forte afflusso turistico che porterà l'Isola del Sole (così chiamata per le sue bellissime spiagge) ad un ulteriore sviluppo. Oggi Grado offre ai suoi ospiti il fascino di un centro storico perfettamente curato, una laguna incantevole che si estende per 25 km, spiagge dalla sabbia dorata, un mare pulito e dal fondale sicuro, un centro cittadino vivace e ricco di aree pedonali, piste ciclabili per conoscere al meglio le bellezze e le suggestioni dell'Isola.