Image

Image

POmodori di Sorrento

Sorrento NA, Italia

by Lara Kipling
165

Overview

Dotati di pregiate caratteristiche organolettiche, gradevoli al palato ed annoverati tra le prelibatezze della cucina Mediterranea, i pomodori di Sorrento rientrano nel qualificato contesto dei prodotti tipici locali che caratterizza l’ offerta particolarmente ricca e, per l’ appunto, qualificata della Terra delle Sirene.Pur non potendo vantare antiche tradizioni – come quelle che da secoli vedono interessate le noci, gli agrumi ed altri prodotti lavorati della Città del Tasso – questi squisiti ortaggi, hanno conquistano notorietà ed incontrato i favori di un sempre maggior numero di consumatori anche grazie ad un sapore particolarmente gradevole. Succosi e dotati di una polpa apparentemente “carnosa”, dal sapore assolutamente dolce e delicato, i pomodori di Sorrento hanno grosse dimensioni e sono di forma rotondeggiante.In ambito gastronomico il loro gusto viene esaltato se utilizzati – crudi - per la preparazione di insalate (prima tra tutte la famosa “caprese”, preparata con l’ ausilio di mozzarella, olio d’ oliva e basilico). In realtà, in Penisola Sorrentina, la produzione dei pomodori risale ad epoche relativamente recenti. Secondo alcuni, infatti, si tratta di una varietà nata per effetto degli scambi commerciali che hanno caratterizzato i rapporti tra la Terra delle Sirene e l’ America soprattutto all’ inizio del secolo scorso.All’ inizio del Novecento, infatti, alcuni mprenditori locali, impegnati sul fronte dei commerci marittimi, nell’ esportare agrumi, noci ed oli nel nuovo continente, avrebbero a loro volta importato sementi che piantati nelle fertili terre della Costiera avrebbero fatto nascere una florida ed apprezzata coltivazione. Inizialmente circoscritta ai comuni della cosiddetta zona dei “Colli” (tra Sant’ Agnello e Piano di Sorrento), la stessa produzione, ben presto, non solo si sarebbe estesa al resto della Penisola Sorrentina, ma avrebbe visto interessate anche altre zone del Vesuviano.A dire degli esperti, però, per mantenere elevati standard qualitativi è indispensabile usufruire del clima, delle condizioni ambientali e della qualità dei terreni della Costiera.