Image

Image

Cristo di Maratea

Maratea PZ, Italia

by Lara Kipling
115

Overview

Situata nell'antica Maratea Superior , anche detta Castello, opera dello scultore fiorentino Bruno Innocenzi (Firenze 1906-1986) e voluta dal Conte Stefano Rivetti di Valcervo, la statua fu innalzata nel 1965 sulla sommità del Monte San Biagio nel luogo in cui si ergeva una croce commemorativa in pietra. La statua è stata realizzata in cemento armato rivestito da un impasto di cemento bianco e marmo di Carrara. In virtù della particolare configurazione del volto , la statua , inconfondibile punto di riferimento per la gente di mare, dà l’impressione ad un osservatore lontano che lo sguardo sia rivolto, contrariamente alla realtà, verso il mare. La statua presenta un vuoto tecnico interno utile per raggiungere la sommità per i lavori di manutenzione , con una scala a pioli non utilizzabile per fini turistici. Il belvedere ai piedi della statua è il punto più panoramico di tutto il territorio di Maratea con una eccezionale vista a 360° del magico profilo della costa e delle montagne interne. La statua è situata proprio di fronte al Santuario di San Biagio, Martire armeno patrono di Maratea le cui reliquie vengono conservate nella Basilica dal 732 d.C. . La Basilica è visitabile con il decoro dovuto ad un luogo di preghiera, durante tutto il giorno ad eccezione dei momenti in cui si svolgono le sacre funzioni. Lungo il percorso pedonale leggermente in salita che dalla Basilica porta alla Statua, si attraversano le rovine dell'antico Castello di Maratea , raso al suolo dai francesi dopo essere capitolato a seguito di un lungo assedio, nel dicembre del 1806.