Image

Image

Sorgente del Riullo

Via Maddaloni, 81024 Grotticella-Scarfato NA, Italia

by Lara Kipling
103K

Overview

Si tratta di acqua sulfurea che sgorga dalle profondità della terra partenopea dopo aver percorso le rocce naturali del sottosuolo di Acerra. Nate come affluenti dell’antico fiume Clanio, Le sorgenti del Riullo, utilizzate anche dagli antichi romani come acque termali, per molto tempo sono state considerate prosciugate; sparite negli anni ’80 e ritornate nel 2006, con un gioco di piene e secche. Circondano la sorgente un’aria salubre e pozze sulfuree che hanno concesso la formazione di piante curative. Sono acque cariche di zolfo, elemento utile per la cura di malattie cutanee. “La sorgente del Riullo“, scoperta davvero per caso, è un dono della natura che guarisce malattie anche molto difficili da debellare. Si tratta della forza incredibile della natura stuprata fin dentro alle viscere, che ancora resiste alla distruzione e alla morte che ormai da decenni decima gli animali e gli esseri umani. Cittadini riferiscono che il laghetto guarisce anche casi difficili da curare in campo dermatologico come dermatiti croniche e psoriasi. Una realtà che stona in una terra come quella campana, baciata dal mare e dalla morte regalate dalle ecomafie, ma da sempre pregna di incontestabile bellezza, piena di contraddizioni e di problemi.