Image

Image

Il Baccalà e Somma Vesuviana

80049 Somma Vesuviana NA, Italia

by Lara Kipling
115

Overview

Il “pesce bastone” (questa la traduzione alla lettera del termine stockfish – stoccafisso), nella sua variante sotto sale dal nome baccalà è uno dei prodotti più amati in Italia. L'origine storica della lavorazione dello stoccafisso e baccalà è usualmente individuata tra la fine del 1500 e l'inizio del secolo successivo. Più incerta è, invece, l'individuazione dei motivi che portarono a localizzare proprio nell'area del Vesuvio detta lavorazione che si presume sia legata alla presenza delle vicine sorgenti del fiume Sebeto, ricco di acqua indispensabile per la lavorazione della materia prima importata: il merluzzo. Secondo alcuni studiosi la ragione va individuata nel grande incremento della domanda di pesce, con conseguente inadeguatezza dell'offerta locale, scaturente dalle prescrizioni della chiesa della controriforma, circa l'astinenza dal mangiar carne nei giorni comandati. Tale assunto potrebbe essere avvalorato dal divieto di mangiare carne durante i festeggiamenti delle Feste della Montagna che si tengono a Somma Vesuviana dal primo sabato dopo Pasqua a Maggio e dove stoccafisso e baccalà hanno un ruolo preponderante nell'ambito dei convivi consumati durante i festeggiamenti.