Image

Image

Campanile Duomo di Caorle

Via Canonica, 30021 Caorle VE, Italia

by Lara Kipling
98

Overview

Il Campanile del Duomo di Caorle è certamente uno dei simboli, se non il simbolo per eccellenza, della cittadina marittima; da secoli, infatti, la sua struttura cilindrica domina il centro storico e le campagne circostanti. La costruzione del campanile così come è possibile ammirarlo oggi risale all'XI secolo; tuttavia si è certi di una struttura preesistente, risalente almeno al IX secolo, sia per la presenza di un complesso di edifici sacri anteriore all'attuale Duomo (e sopra le rovine del quale l'attuale edificio è stato costruito) sia per la presenza di una fascia di mattoni in pietra d'Istria, che rende diversa la base della torre rispetto al resto della struttura e ad esso sicuramente posteriore. Si ritiene che il campanile possa essere stato costruito sopra le rovine di un faro o di una torre di avvistamento dell'antica cittadina caprulana: la posizione rispetto al mare rende, infatti, plausibile la costruzione di una torre di vedetta che potesse consentire di vedere in anticipo possibili invasori quali pirati o popolazioni straniere; altri storici hanno supposto che si trattasse di una delle torri di rinforzo alle mura cittadine. fino alla prima guerra mondiale, il campanile del Duomo era dotato di quattro campane in bronzo, che fornivano "satis boni concertus et armoniae". Esse erano suonate tramite corde che, dalla cella campanaria situata all'ultimo piano, raggiungevano il fondo della struttura. Le campane, così come quelle del campanile del Santuario della Madonna dell'Angelo, furono asportate dagli austriaci per costruire armi nel 1917. Il Campanile del Duomo di Caorle è alto 44 metri ed è internamente suddiviso in otto piani, separati da solai in cemento sostenuti da travi che rinforzano la struttura, ad eccezione del secondo piano, dotato di un solaio ligneo. Con dei lavori svoltisi nel 2011 il campanile è stato dotato di scale a chiocciola che collegano i solai che vanno dal primo fino al sesto piano; la scala che dal piano terra conduce al primo piano è lignea, mentre la scala che dal sesto piano conduce al settimo piano, ossia la cella campanaria, è ancora oggi a pioli ed impraticabile al pubblico. Nei solai si possono ancora oggi vedere i buchi attraverso i quali passavano le corde che permettevano di suonare le campane a mano, rimosse dopo la realizzazione del sistema di elettrificazione. Per non fare in modo che tutto il peso della struttura gravi sulle colonnine che ornano bifore e loggia campanaria, esse sono contenute all'interno di un arco, che scarica il peso all'esterno; le uniche colonne che realmente sorreggono peso sono quelle delle bifore della loggia campanaria, dove il peso da sostenere è, a quel punto, solo quello della cuspide.