Image

Image

Castello di Duino

Via Duino, 34011 Duino TS, Italia

by Lara Kipling
104

Overview

La leggenda racconta di una Dama Bianca che fu gettata dal marito malvagio dalle mura di un antico castello. Ma il cielo ebbe pietà di lei e le diede un corpo di roccia prima che si infrangesse sugli scogli. Si dice che la sua anima sia ancora là, in una rupe a picco sulla baia, presso i resti dell'antico maniero di Duino, e che certe notti prenda vita e vaghi senza pace. L'edificio si presenta come una costruzione composita e massiccia: su tutto svetta la torre cinquecentesca che conserva intatta la sua struttura bimillenaria; è proprio attorno a questa torre, sulle rovine di un avamposto romano, che nel 1300 s'intraprese la costruzione dell'attuale Castello non lontano da quello antico. Dal 1600 sotto i conti Thurn Hoffer Valsassina, il Castello prende a poco a poco quella connotazione di polo umanistico che mantiene tuttora. Sono visitabili 15 sale perfettamente arredate, ricche di testimonianze che raccontano la lunga storia della famiglia dei Principi della Torre e Tasso, il cui casato è legato ai servizi postali europei già dal 1400. Il percorso della visita, che dura circa un'ora e mezza, dà modo di ammirare oltre ai preziosi arredi numerosi documenti storici, lettere originali, foto di famiglia e stampe d'epoca; di particolare rilievo il pianoforte di Liszt. Un capolavoro di architettura è la scala di Palladio. Veramente suggestivo è il panorama che si gode dall'alto della torre che spazia a trecentosessanta gradi dal Carso al mare, mentre molto particolare è l'atmosfera nella cappella di famiglia. Attraversando il parco possiamo apprezzare la ricca varietà della flora mediterranea: lecci, tassi, ulivi, cipressi e numerose cascate di fiori variopinti che colorano e profumano i viali del Castello. Il Bunker del Castello ha una superficie di 400 mq ed è profondo 18 m.