1
1
Toggle Info

Kipling Lara

Praga, Repubblica Ceca

16

Apr

2016

SHARE

Cattedrale della Madonna del Ponte

Piazza Plebiscito, 1, 66034 Lanciano CH, Italia - 0.67 Km
Nessuna immagine da visualizzare

La storia della chiesa della Madonna del Ponte è strettamente legata al ponte, o meglio ai ponti sui quali è edificata. La costruzione sul ponte detto di Diocleziano del primo oratorio - intitolato dapprima a Maria Santissima del Ponte e poi a Santa Maria delle Grazie - avvenuta ad opera della cittadinanza nel 1389, si rese necessaria per custodire una antica statua, ritrovata nelle campate del ponte a seguito del terremoto del 1088. La tradizione, non confermata, vuole che la statua della Madonna con bambino fosse dell'VIII secolo e di fattura bizantina, e che fosse stata nascosta nel ponte per sottrarla alla furia iconoclasta che imperversava in quegli anni.Più probabilmente, come riportato dallo storico Antinori, l'antica cappella conteneva solo una immagine dipinta della Vergine, e l'attuale scultura in terracotta risale alla fine del XIV secolo. Il primo oratorio, che sorgeva in corrispondenza dell'attuale Cappella del SS.mo Sacramento, conteneva la statuetta della Madonna affiancata dalle figure dei dodici apostoli. Proprio questa collocazione, tra figure a busto intero, spinse al completamento del manufatto mariano, originariamente a mezzo busto. successivi ampliamenti dell'oratorio, necessari a seguito del crescente numero di fedeli che si rivolgeva alla Madonna del Ponte ottenendone copiose grazie, portò in fasi successive all'edificazione della Basilica nella sua forma attuale, che avvenne alla fine del Settecento, su progetto dell'architetto Eugenio Micchitelli, previa demolizione di un altro edificio di culto, la chiesa della Santissima Annunziata, prima Cattedrale della città a seguito dell'erezione di Lanciano dapprima a sede vescovile (1515) e poi arcivescovile (1562). La facciata, i cui lavori iniziarono nel 1819, non venne mai portata a compimento. Presenta un avancorpo costituito da un portico a tre luci, con colonne sormontate dalla balaustra di una terrazza. La sua muratura è in mattoni faccia vista, e costituisce uno dei migliori esempi di applicazione del cotto all’ordine architettonico. L'imponente campanile a quattro piani (compreso quello oggi interrato a causa del rialzamento e livellamento della piazza) è stato costruito tra il 1610 e il 1640, ad opera di Tommaso Sotardo di Milano. Interventi di consolidamento delle strutture sono stati effettuati nel 1942-43 e, più recentemente, nel periodo dal 1985 al 1996, durante la chiusura avvenuta a seguito di un evento sismico.

Dai voce alla tua opinione! Vota questo contenuto.
Sposta il mouse sulle stelle e clicca per votare
1 1 1
1